Τρίτη, 17 Απριλίου 2018

ΠΑΖΟΛΙΝΙ!



PIER PAOLO PASOLINI


MI DESTAI D’IMPROVVISO

Mi destai d’improvviso, ero solo.
Conobbi l’assiuolo ai ciechi gemiti,
che dal cielo suonavano vicini,
sopra il mio petto.

Con quel canto fui vivo nel silenzio;
ma, perduto nei sogni, del mio corpo
nulla restava se non una memoria
triste e delusa.

E anche tu, memoria non immagine,
su di me, su quel canto sovrastavi
e facevi mortale quel silenzio,
senza apparirmi.

M’eri dissolto, quasi, nella stanca
carne, nei sogni; una mortale larva
che sopravanza questa vita; eppure
ti amavo sempre.

Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου