Τετάρτη, 19 Οκτωβρίου 2016

TZOBANNI PETTA!




GIOVANNI PETTA


MUTO

C’è un tempo atteso che si chiude piano
sul senso delle cose, dentro i giorni
impedimento al verbo del dolore
che non ci fosse, sai?, si può morire

Un muro è questo per ricominciare
e ogni pietra usata ha una ragione
pesante come pesano i pensieri
prima del sonno, dopo questo amore

Mi fermo, insomma, blocco questo andare
nel nero del ricordo del tuo dire,
parole che… non c’erano riscontri

pretese senza mai restituire.
Ti tengo dentro il petto, nella pelle
ti chiudo nel silenzio più prezioso


Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου