Σάββατο, 30 Ιουλίου 2016

ΤΖΟΒΑΝΝΙ ΡΑΜΠΟΝΙ




GIOVANNI RABONI


NON QUESTA VOLTA, NON ANCORA

Non questa volta, non ancora.
Quando ci scivoliamo dalle braccia
è solo per cercare un altro abbraccio,
quello del sonno, della calma - e c'è
come fosse per sempre
da pensare al riposo della spalla,
da aver riguardo per i tuoi capelli.

Meglio che tu non sappia
con che preghiere m'addormento, quali
parole borbottando
nel quarto muto della gola
per non farmi squartare un'altra volta
dall'avido sonno indovino.

Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου